30 lire nuova Costituzione

Il francobollo commemorativo da 30 lire della serie dedicata alla proclamazione della Costituzione fu emesso il 12 aprile 1948 e restò valido fino al 10 giugno 1949, per un totale di poco meno di un anno e due mesi.

Tra il 1° agosto 1947 ed il 10 agosto 1948 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 10 lire, i porti successivi si affrancavano con ulteriori 10 lire ogni 15 grammi in più e la soprattassa per la raccomandazione di corrispondenze chiuse ammontava a 20 lire: la lettera secondo porto raccomandata si affrancava quindi con 40 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Riva del Garda il 17 giugno 1948 per Malcesine; sul retro, bollo di transito di Verona del 18 giugno 1948 e bollo in arrivo a Malcesine, 19 giugno 1948. E’ originale notare come Riva del Garda e Malcesine siano due comuni confinanti, appartenenti però a due province ed a due regioni diverse: di qui le 48 ore per i pochi chilometri di distanza ed il transito per Verona.
cei0536_uno2x4lire2lire


Tra il 10 aprile 1949 ed il 31 luglio 1951 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 20 lire, mentre la soprattassa per il recapito espresso era di 40 lire. La lettera primo porto da recapitarsi per espresso, pertanto, si affrancava con 60 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Bressanone il 16 giugno 1949 per Uscio. Questo uso del 30 lire fu possibile solo per un paio di mesi, tra il cambio tariffario del 10 aprile ed il termine di validità del 10 giugno 1949. Già nell’esempio riportato i francobolli non erano validi da pochi giorni, ma furono comunque accettati. Sul retro, impronta illeggibile (ambulante Brennero Verona?), impronta del  messaggere Venezia – Milano (16 giugno 1949), ambulante Milano – Genova (16 giugno 1949), arrivo a Genova (17 giugno 1949).
cei0536_coppia_espresso
cei0536_coppia_espresso_retro


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati