5 lire Avvento della Repubblica

Il francobollo commemorativo da 5 lire della serie Avvento della Repubblica fu emesso il 31 ottobre 1946 e restò valido fino al 31 dicembre 1947, per un totale di un anno e due mesi.

Tra il 1° febbraio 1946 ed il 31 luglio 1947 la tariffa per affrancare una cartolina nel distretto era di 2 lire mentre tra il 25 marzo 1947 ed il 31 luglio 147 la soprattassa per la raccomandazione di una corrispondenza aperta era di 7 lire. Vi fu quindi un periodo in cui la cartolina nel distretto raccomandata si affrancava con 9 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Catania il 14 aprile 1947 per la città.


Tra il 25 marzo 1947 ed il 31 luglio 1947 la lettera primo porto fuori distretto si affrancava con 6 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Mercatale (frazione di Cortona) il 2 luglio 1947 per Arezzo, dove giunse il giorno successivo. I francobolli furono annullati con il frazionario di Mercatale.cei0527_12x50_cent_primo_porto
L’esemplare sotto riportato fu spedito da Porto d’Ascoli il 22 luglio 1947 per Venezia, dove giunse il 24 luglio successivo.

Nello steso periodo la soprattassa per la raccomandazione di una corrispondenza aperta era di 7 lire, quindi una lettera primo porto fuori distretto raccomandata aperta si affrancava con 13 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Napoli il 26 marzo 1947 (secondo giorno della tariffa) per Airola, dove giunse il 28 marzo dopo il transito a Benevento il 27 marzo.


Tra il 1° aprile 1946 ed il 31 agosto 1947 la tariffa per affrancare una cartolina diretta all’estero era di 10 lire. La cartolina sotto riportata fu spedita da Venezia il 28 maggio 1947 diretta a Pancevo, allora in Iugoslavia. Bollo di arrivo a Pancevo (si scorgono le prime lettere del nome della città in alfabeto cirillico ΠΑΗЧ…) datato 6 giugno.
cei0527_coppia_cart_estero


Tra 1° febbraio 1946 ed il 24 marzo 1947 una lettera primo porto fuori distretto si affrancava con 4 lire mentre la soprattassa di raccomandazione di una corrispondenza chiusa ammontava a 10 lire. La lettera primo porto fuori distretto raccomandata si affrancava quindi con 14 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Roma il 15 febbraio 1947 per Genova, dove giunse il 17 febbraio successivo.
cei0527_coppia4_lire_racc


L’oggetto postale sotto riportato è una busta viaggiata aperta contenente atti giudiziari, spedita da Tortona il 3 febbraio 1947 per Cassano Spinola. E’ stata usata la tariffa manoscritti (5 lire, valida dall’emissione del francobollo al 24 marzo 1947) a cui si doveva sommare il diritto di raccomandazione per le corrispondenze aperte (5 lire, sempre fino al 24 marzo 1947), l’affrancatura dell’avviso di ricevimento e la sua raccomandazione (in questo caso, in teoria, 4 + 5 lire). Fino al 24 marzo 1947, però esisteva una voce speciale nel tariffario denominata “avviso di ricevimento raccomandato per atti giudiziari” per il quale si richiedevano 10 lire e non a 9. La tariffa utilizzata, pari a 20 lire, è quindi corretta.
cei0527_4_su_atti_giudiziari


Nota bibliografica: la tariffa speciale per gli avvisi di ricevimento raccomandati negli atti giudiziari tra la proclamazione della Repubblica ed il 24 marzo 1947 è menzionata nel testo Catalogo Unificato di Storia Postale, edizione 2011-2013, Terzo volume “Servizio Corrispondenze Repubblica Italiana”. Si tratta di un’eccezione alle normali regole di affrancatura non citata in altri tariffari; negli altri periodi della Repubblica si è normalmente applicata la somma algebrica delle quattro tariffe.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati