10 lire Forze Armate

Il francobollo commemorativo da 10 lire della serie dedicata alla Giornata delle Forze Armate fu emesso il 3 novembre 1952 e restò valido fino al 31 dicembre 1953, per un totale di un anno e due mesi.

Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la tariffa per affrancare una cartolina illustrata con testo inferiore a cinque parole di convenevoli era di 10 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Padova il 3 aprile 1953 per Trieste.

Seguono altri esemplari dove il francobollo è annullato con una targhetta.
Como, 15 giugno 1953 per Genova:

Genova, 15 aprile 1953 per Siena:

L’esemplare sotto riportato ebbe il francobollo annullato dal messaggere Torino Milano l’8 maggio 1953.


Tra il 10 aprile 1949 ed il 31 agosto 1959 la tariffa per affrancare un avviso di ricevimento era di 20 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Sansepolcro il 25 giugno 1953 in accompagnamento ad una raccomandata diretta a Pieve Santo Stefano, dove giunse il giorno successivo; l’oggetto fu restituito a Sansepolcro il 27 giugno.

Nello stesso periodo anche la cartolina si affrancava con 20 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Bologna l’8 febbraio 1953 per Padova, dove giunse il giorno stesso. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Roma (annullo con targhetta) il 9 marzo 1953 per Milano.


Tra il 1° settembre 1951 ed il 30 settembre 1957 la tariffa per affrancare le stampe per l’estero era di 12 lire. L’esemplare sotto riportato, una cartolina con contenuto tale da poterla far viaggiare come stampe, fu spedito da Firenze il 29 novembre 1952. Si noti, oltre all’annullo con targhetta dedicata al quartiere postale, anche il 2 lire della Democratica usato poco più di un mese prima del termine della validità (31 dicembre 1952).


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 25 lire; nello stesso periodo le lettere primo porto a tariffa ridotta si affrancavano con 13 lire, pari alla metà arrotondata della tariffa piena di 25 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Roma il 2 gennaio 1953, quando il 3 lire della serie Democratica era ormai fuori corso (la validità terminava il 31 dicembre 1952, ma il suo uso fu tollerato).