60 lire conferenza ICAO

Il francobollo commemorativo da 60 lire dedicato alla prima conferenza di Diritto Aeronautico Privato fu emesso il 29 settembre 1952 e restò valido fino al 30 giugno 1953, per un totale di 9 mesi.

Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 la lettera primo porto per l’interno si affrancava con 25 lire, mentre tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la soprattassa per la raccomandazione di una corrispondenza chiusa ammontava a 45 lire. Tra il 1° gennaio 1950 ed il 31 agosto 1959 le corrispondenze raccomandate erano gravate anche di un ulteriore diritto per la ricevuta, pari a 10 lire: vi fu quindi un periodo in cui la lettera primo porto raccomandata si affrancava con 80 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Anzio il 10 ottobre 1952 per Roma, dove arrivò il giorno successivo.


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la tariffa per affrancare dei manoscritti era di 30 lire e nello stesso periodo la sovrattassa per la raccomandazione delle corrispondenze aperte (come i manoscritti) ammontava a 25 lire. Fino al 31 agosto 1959 le corrispondenze raccomandate erano gravate anche di un ulteriore diritto per la ricevuta, pari a 10 lire. I manoscritti raccomandati, pertanto si affrancavano con 65 lire. Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 novembre 1955 la soprattassa per il servizio contrassegno ammontava a 10 lire e pertanto i manoscritti raccomandati contrassegno si affrancavano con 75 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Tolentino il 14 ottobre 1952 e fu bollato sul retro dall’ambulante Macerata Fabriano il giorno successivo. E’ da notare che il bollo dell’ambulante, sotto riprodotto, non riporta il numero dell’ufficio ma solo la lettera del turno (B?), come avveniva in epoca di Regno.
Nei manoscritti era anche possibile inserire una corrispondenza personale ed attuale, aggiungendo la tariffa di 25 lire per la lettera primo porto (1° agosto 1951 – 30 giugno 1960). I manoscritti raccomandati con lettera si affrancavano quindi con 30 + 25 + 10 + 25 = 90 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Venezia il 2 novembre 1952 (nell’ambito di una manifestazione filatelica con bollo speciale dei servizi distaccati) per Torino, dove giunse il giorno successivo.