100 lire Castelli d’Italia

Il francobollo da 100 lire della serie Castelli d’Italia, raffigurante il Castello Aragonese di Ischia, fu emesso il 22 settembre 1980 con validità permanente.

Tra il 1° febbraio 1983 ed il 31 maggio 1984 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 400 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Avellino il 27 dicembre 1983 per Pavia.

Nello stesso periodo la tariffa per affrancare una cedola di commissione libraria era di 200 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Torino il 5 aprile 1983 per Roma.


Tra il 1° giugno 1984 e il 12 novembre 1985 la tariffa per affrancare un avviso di ricevimento era di 400 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Oriolo il 31 luglio 1984 in accompagnamento ad una raccomandata diretta a Cosenza, dove giunse il 2 agosto successivo.


Tra il 1° marzo 1988 ed il 23 settembre 1989 la tariffa per affrancare le stampe per l’interno era di 400 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Porto Sant’Elpidio il 5 agosto 1989 per Sesto San Giovanni.


Tra il 1° gennaio 1990 ed il 30 giugno 1990 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 700 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Chivasso il 19 giugno 1990 per Limbiate, dove giunse il 23 giugno successivo.


Tra il 1° luglio 1990 ed il 4 maggio 1997 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 750 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Venezia l’11 dicembre 1995 per la città e fu bollato sul retro il 2 gennaio 1996.


Tra il 5 maggio 1997 ed il 20 giugno 1999 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 800 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Roana il 23 agosto 1997 per Padova, dove giunse il giorno successivo e fu fermato in posta per essere ritirato il 26 agosto successivo. Non furono applicati sul retro dei segnatasse perché si applicarono in maniera cumulativa su uno degli altri oggetti ritirati al fermo posta nell’occasione.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati