60 centesimi Democratica

Il francobollo da 60 centesimi della serie Democratica fu emesso il 1° ottobre 1945 e restò valido fino al 31 dicembre 1948, per un totale di 3 anni e 3 mesi. Poco dopo l’emissione, la maggior parte delle tariffe in centesimi fu abolita, rendendo i valori più bassi inutilizzabili se non in blocchi o combinazioni.

Tra il 1° aprile 1945 ed il 31 gennaio 1946 la tariffa per affrancare una cartolina fuori distretto era di 1,20 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Brescia il 10 novembre 1945 per Monticelli Brusati.


Tra il 1° febbraio 1946 ed il 24 marzo 1947 la tariffa per affrancare una letter primo porto fuori distretto era di 4 lire e le corrispondenze tra sindaci godevano della tariffa ridotta al 50%: una lettera primo porto tra sindaci si affrancava quindi con 2 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Balsorano il 4 luglio 1946 per Civitella Roveto.

Tra il 1° febbraio 1946 ed il 24 marzo 1947 la cartolina illustrata con testo inferiore alle 5 parole di convenevoli si affrancava con 2 lire. I due esemplari sotto riportati, spediti nel 1946 (Auronzo, 15 agosto 1946 per Feltre) e nel 1947 (Ventimiglia, 10 marzo 1947 per San Giuliano Piemonte), furono affrancati con una combinazione abbastanza comune utilizzata all’epoca negli uffici postali per smaltire i valori in centesimi.
cei0502_22x60cent_cart_entro5par_1946
cei0502_22x60cent_cart_entro5par_1947


Tra il 25 marzo 1947 ed il 31 luglio dello stesso anno la tariffa per affrancare una cartolina illustrata con testo inferiore a 5 parole di convenevoli era di 3 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Cortina D’Ampezzo il 6 luglio 1947 per Padova.
cei0502_3xcd3x60cent_cartolina_entro_5_parole


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati