15 lire Italia al Lavoro

Il francobollo da 15 lire della serie Italia al Lavoro fu emesso il 20 ottobre 1950 e restò valido fino al 31 marzo 1958, per un totale di 7 anni e 5 mesi.

Tra il 10 aprile 1949 ed il 31 luglio 1951 la cartolina per l’interno si affrancava con 15 lire. Gli esemplari sotto riportati ebbero i francobolli annullati con targhetta.
Milano, 29 novembre 1950 per Padova:
cei0598_isol_cartolina_motta
Pescara, 12 gennaio 1951 per la città (le marche da bollo applicate non sono attinenti al servizio postale):
cei0598_isolato_cartolina
Milano, 20 maggio 1951 per Padova:
cei0598_isolato_cartolina_targh_tumori
Roma, 22 maggio 1951 per Padova:


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 25 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Roma (annullo con targhetta) il 5 agosto 1952 per Avellino.

L’esemplare sotto riportato fu spedito da Castellammare di Stabia il 5 ottobre 1954 per Mira Porte, dove giunse il 7 ottobre successivo.
cei0598_uno10liresiracusana


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 la lettera primo porto per l’interno si affrancava con 25 lire, mentre tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la soprattassa per la raccomandazione di una corrispondenza aperta ammontava a 25 lire; tra il 1° gennaio 1950 ed il 31 agosto 1959 le corrispondenze raccomandate erano gravate anche da un ulteriore diritto di ricevuta pari a 10 lire: vi fu quindi un periodo in cui la lettera primo porto raccomandata aperta si affrancava con 60 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Cuggiono il 14 settembre 1954 per Castano Primo, dove giunse il giorno successivo.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati