35 lire Italia al Lavoro

Il francobollo da 35 lire della serie Italia al Lavoro fu emesso il 20 ottobre 1950 e restò valido fino al 31 marzo 1958, per un totale di 7 anni e 5 mesi.

Tra il 1° gennaio 1950 ed il 30 giugno 1960 la tariffa per affrancare una cartolina per l’estero era di 35 lire. A partire dal 1° giugno 1950 entrò in vigore la convenzione postale tra Italia e Francia che permetteva di spedire le cartoline dirette in Francia alla stessa tariffa dell’interno, che all’epoca era 20 lire (fino al 31 luglio 1951). Il mittente, ignorando questa agevolazione, affrancò la cartolina sotto riportata per 35 lire, spedendola da Firenze (annullo con targhetta) il 28 dicembre 1950 per la Francia. Osservando il francobollo con luce radente si nota la filigrana Ruota Alata in posizione pregiata SA.
cei0602_isolato_cart_estero

La cartolina per l’estero sotto riportata fu spedita dal Club Mediterraneo Baratti di Populonia (ufficio in località turistiche) il 3 luglio 1951 per il Belgio, dove giunse ad Anversa il 5 luglio successivo.

La seguente cartolina per l’estero, diretta invece in Germania, non godeva di alcuna agevolazione tariffaria e fu quindi giustamente affrancata per 35 lire. Annullo di Roma, 25 ottobre 1952:

L’esemplare sotto riportato fu spedito da Roma (annullo con targhetta) il 20 ottobre 1951 per la Svizzera.


Tra il 1° settembre 1951 ed il 24 marzo 1975 la soprattassa di posta aerea per gli Stati Uniti era di 60 lire ogni 5 grammi. La cartolina via aerea per gli Stati Uniti si affrancava pertanto con 95 lire. L’esemplare sotto riportato, in cui la soprattassa di Posta Aerea fu assolta con il 60 lire Turistica 1953, fu spedito da Genova il 29 maggio 1954.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati