55 lire Italia al Lavoro

Il francobollo da 55 lire della serie Italia al Lavoro fu emesso il 20 ottobre 1950 e restò valido fino al 31 marzo 1958, per un totale di 7 anni e 5 mesi.

Tra il 1° gennaio 1950 ed il 31 agosto 1951 una lettera primo porto per l’estero si affrancava con 55 lire.  L’esemplare sotto riportato fu spedito da Milano il 25 maggio 1951 per la Svizzera. Si può vedere osservando con luce radente che il francobollo presenta la posizione pregiata di filigrana “Sinistra Alto” del I tipo.
cei0605_isolato_lettera_estero


Tra il 1° agosto 1951 ed il 31 agosto 1959 la tariffa per affrancare una cartolina per l’interno era di 20 lire; tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la soprattassa per la raccomandazione delle corrispondenze aperte era di 25 lire e tra il 1° gennaio 1950 ed il 31 agosto 1959 le corrispondenze raccomandate erano gravate da un diritto di ricevuta pari a 10 lire. La cartolina raccomandata, pertanto, si affrancava con 55 lire. L’esempio sotto riportato fu spedito da Camerlata il 24 novembre 1956 per Lomazzo, dove fu bollata in arrivo sul retro il 26 novembre. Tecnicamente non si può parlare di cartolina, in quanto il cartoncino è ripiegato in tutta la sua lunghezza: il massimo lembo ammesso era pari a metà della lunghezza (vedi spiegazione nella pagina della cartolina per l’interno). D’altra parte l’oggetto non viaggiò come lettera primo porto aperta (sarebbero servite 60 lire), né come manoscritti (65 lire), né come stampe in quanto il testo contenuto non lo permetteva.
cei0605_isolato_cart_racc_forse


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati

[whohit]55 lire Italia al Lavoro[/whohit]