40 lire Siracusana fluorescente

Il francobollo da 40 lire della serie Siracusana fu riemesso fluorescente e con la vignetta modificata il 6 maggio 1968 con validità fino al 21 novembre 1977, per un totale di nove anni e sei mesi. Il valore da 40 lire, a causa della scoperta di una falsificazione, fu messo fuori corso anticipatamente rispetto agli altri valori della serie.

Tra il 16 agosto 1967 ed il 24 marzo 1975 la tariffa per affrancare una fattura commerciale aperta era di 40 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Treviso (annullo con targhetta) il 9 maggio 1973 per la città. Il francobollo presenta fluorescenza giallastra.


Tra il 16 agosto 1967 ed il 24 marzo 1975 la tariffa per affrancare un avviso di ricevimento era di 40 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Sassocorvaro il 10 aprile 1973 in accompagnamento ad una raccomandata diretta a Sestino, dove giunse il 12 aprile successivo. Fluorescenza giallastra.

L’esemplare sotto riportato fu spedito da Padova il 18 novembre 1974 in accompagnamento ad una raccomandata diretta a Modica, dove giunse il 22 novembre successivo. Fluorescenza candida.


Tra il 16 agosto 1967 ed il 24 marzo 1975 la tariffa per affrancare una cartolina era di 40 lire. Si riportano sotto due esemplari: il primo fu spedito da Col di Cugnan il 4 luglio 1973 per Venezia, il secondo da Lerici il 22 giugno 1974 per Padova.

La prima cartolina viaggiò tra il 16 agosto 1967 ed il 30 marzo 1974, quando si distingueva ancora la tariffa agevolata per le cartoline illustrate con meno di cinque parole di convenevoli, pari a 25 lire; ovviamente questo non fu il caso e quindi l’oggetto fu giustamente affrancato per 40 lire. La seconda, invece, viaggiò tra il 31 marzo 1974 ed il 24 maggio 1975, dopo l’abolizione della tariffa ridotta: nonostante il testo consistesse in una sola parola (“saluti”) e le firme, la tariffa fu di 40 lire come per tutte le altre cartoline.
Altra differenza tra i due oggetti: il primo, viaggiato nel 1973 presenta ancora il francobollo con la fluorescenza giallastra, tipica delle prime emissioni; il secondo, viaggiato l’anno successivo, ha la fluorescenza candida.

Gli esemplari sotto riportati ebbero il francobollo annullato con una targhetta.
Roccasecca, 15 giugno 1974 per Milano. Fluorescenza candida.

Roma, 10 gennaio 1975 per Pavia. Fluorescenza candida.

Nello stesso periodo le cartoline dirette in Francia godevano della tariffa agevolata pari a quella per l’interno. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Sanremo il 3 marzo 1975 per la Francia. L’oggetto viaggiò tra il 31 marzo 1974 ed il 24 marzo 1975: ed in questo periodo valevano le seguenti regole:
– per l’Italia non si distingueva più tariffa ridotta per la cartolina entro 5 parole e tutte le cartoline si affrancavano con 40 lire;
– per la Francia vigeva la tariffa agevolata pari alla tariffa per l’interno per le cartoline, quindi l’affrancatura poteva essere di 40 lire anche per la Francia, al posto delle 55 lire per l’estero;
– volendo, per l’estero in generale (Francia compresa), era ancora in vigore l’agevolazione per le cartoline illustrate entro 5 parole, che potevano viaggiare alla stessa tariffa delle stampe.
Fluorescenza candida.


Tra il 25 marzo 1975 ed il 31 dicembre 1975 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 100 lire. L’esemplare sotto riportato, diretto a Bologna, ebbe i francobolli annullati dal Messaggere Turno 12 di Verona. I francobolli presentano fluorescenza candida.

Nello stesso periodo la tariffa per affrancare una fattura commerciale aperta era di 80 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Treviso (annullo con targhetta) il 29 aprile 1975. Fluorescenza giallastra.


Tra il 1° gennaio 1976 ed il 31 ottobre 1976 la tariffa per affrancare una cartolina era di 100 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Ancona (annullo con targhetta) il 16 luglio 1976 per Foligno. Fluorescenza candida.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati