50 lire espresso Democratica

Il francobollo da 50 lire per il recapito espresso della serie Democratica fu emesso il 9 dicembre 1951 e restò valido fino al 31 marzo 1958, per un totale di 6 anni e 4 mesi.

Il francobollo fu riemesso più volte con caratteristiche diverse:
– prima emissione con filigrana ruota tipo I: 19 dicembre 1951,
– riemissione con filigrana ruota tipo III: luglio 1952,
– riemissione con filigrana stelle tipo I: 7 luglio 1955,
– riemissione con filigrana stelle tipo II: 28 maggio 1956.

A differenza degli altri francobolli per espressi della serie Democratica, il francobollo da 50 lire non fu mai autorizzato per affrancare la posta ordinaria. Il 50 lire restò infatti in vigore in un periodo in cui la sovrattassa per il recapito espresso restò fissa per alcuni anni (dall’agosto del 1951 al settembre del 1957) e non vi furono quindi scorte da smaltire a causa di repentini cambi di tariffa. Si pensi per esempio al valore da 15 lire, che fu utilizzabile per assolvere la sovrattassa per il recapito espresso per un periodo di soli 4 giorni tra l’emissione (28 luglio 1947) ed il cambio della tariffa (1° agosto 1947): l’anno successivo, quando la tariffa per la lettera primo porto aumentò a 15 lire, si dispose subito che il francobollo per espresso da 15 lire potesse essere utilizzato per la posta ordinaria.

Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 25 lire, mentre tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la soprattassa per il recapito espresso era di 50 lire: le lettere primo porto da recapitarsi per espresso si affrancavano quindi con 75 lire.
25 lire Truppe Alpine ed espresso Ruota I: Intra, 9 ottobre 1952:

25 lire Italia al Lavoro ed espresso Ruota I:  annullo col frazionario di Novara, 21 novembre 1952:
cei0600_uno50lire_exp_espresso
25 lire Italia al Lavoro ed espresso Ruota III: Napoli Avviamento Celere, 28 dicembre 1952:

25 lire Forze Armate ed espresso Ruota I – Cortina d’Ampezzo, 25 gennaio 1953:

25 lire Martiri di Belfiore ed espresso Ruota I  – Pavia, 28 gennaio 1953:

25 lire Mille Miglia ed espresso Ruota I – Parma, 23 aprile 1953:

25 lire Ordini al Merito del Lavoro ed espresso Ruota III – Ferrara, 6 maggio 1953:

25 lire Ammissione dell’Italia nell’O.N.U. + 50 lire espresso stelle II – Cagliari, 18 aprile 1957:


Nello stesso periodo i porti successivi al primo si affrancavano con ulteriori 25 lire: la lettera secondo porto da recapitarsi per espresso si affrancava con 100 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Lavagna il 10 dicembre 1952 per Monsanpietrangeli, dove arrivò il giorno successivo. L’11 dicembre 1952 l’oggetto fu lavorato dall’Ambulante Ancona Pescara. Espresso filigrana ruota I.


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 una lettera primo porto si affrancava con 25 lire mentre tra il 1° ottobre 1957 ed il 31 luglio 1965 la soprattassa per il recapito espresso ammontava a 75 lire. Vi fu quindi un periodo in cui la lettera primo porto da recapitarsi per espresso si affrancava con 100 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Novara il 20 novembre 1957 per Modena, dove giunse il giorno stesso. La lettera, sebbene affrancata per 100 lire, fu considerata debitamente affrancata per il recapito espresso ma non per il primo porto: il francobollo da 50 lire per espressi, non fu mai autorizzato all’uso per assolvere una tariffa di posta ordinaria. Sull’oggetto fu quindi applicata una tassa di 50 lire. Si noti: le 25 lire del primo porto non erano mancanti, semplicemente contravvenivano alla regola perché non erano state assolte con un francobollo ordinario. Filigrana Stelle II.


©2016-2017 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati