50 lire violetto Posta Aerea Democratica

Il francobollo da 50 lire della serie di Posta Aerea Democratica, originariamente stampato in verde scuro, fu riemesso in colore violetto il 21 aprile 1947 e restò valido fino al 12 maggio 1992, per un totale di più di 45 anni.

Tra l’11 agosto 1948 ed il 9 aprile 1949 la tariffa per affrancare una lettera primo porto era di 15 lire, mentre tra l’11 agosto 1948 ed il 31 luglio 1951 la soprattassa per la raccomandazione di una corrispondenza chiusa ammontava a 35 lire: vi fu quindi un periodo in cui la lettera primo porto raccomandata si affrancava con 50 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Verona il 18 agosto 1948 per la città. Trattasi di uso per posta ordinaria.


Tra il 1° gennaio 1950 ed il 31 agosto 1951 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’estero era di 55 lire mentre tra l’11 agosto 1948 ed il 31 agosto 1951 la soprattassa per la raccomandazione di una corrispondenza diretta all’estero ammontava a 60 lire. Vi fu quindi un periodo in cui la lettera primo porto raccomandata per l’estero si affrancava con 115 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Sanremo il 16 marzo 1950 per gli Stati Uniti d’America. Si nota:
– utilizzo dei francobolli di Posta Aerea per Posta Ordinaria,
– affrancatura con il 15 lire Democratica posto al verso, come sigillo,
– bollo di transito di Genova Oltremare, ufficio postale destinato alle corrispondenze in partenza con i transatlantici; il bollo è classificato come “Bollo Speciale” nel Catalogo Unificato di Storia Postale ed. 1995/96,
– bollo di transito a New York del 3 aprile 1950 (4-3 è 3 aprile, non 4 marzo)
– bollo in arrivo a Chattanooga il 5 aprile 1950.


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 la lettera primo porto per l’interno si affrancava con 25 lire, mentre la soprattassa per la raccomandazione di una corrispondenza chiusa ammontava a 45 lire (fino al 30 settembre 1957). Fino al 31 agosto 1959 le corrispondenze raccomandate erano gravate anche di un ulteriore diritto per la ricevuta, pari a 10 lire. Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957, inoltre, la soprattassa per il recapito espresso ammontava a 50 lire: vi fu quindi un periodo in cui la lettera primo porto raccomandata espresso si affrancava con 130 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Teramo il 29 ottobre 1955 per Cepagatti, dove giunse il 31 ottobre successivo e fu rispedita a Pianella (indicata erroneamente come Vianella) dove giunse il 2 novembre. Il francobollo di Posta Aerea fu usato per assolvere la soprattassa per il recapito espresso.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati