Segnatasse 10 lire Ruota

Il segnatasse da 10 lire con filigrana ruota del I tipo fu emesso il 1° luglio 1947 ed era ancora valido quando nel 2001 cessarono le emissioni in lire.

Tra il 1° agosto 1947 ed il 10 agosto 1948 la tariffa per affrancare una lettera primo porto era di 10 lire ed i porti successivi richiedevano ulteriori 10 lire; nello stesso periodo la sovrattassa per la raccomandazione di corrispondenze chiuse ammontava 20 lire. La lettera terzo porto raccomandata, pertanto, si affrancava con 50 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito a carico del destinatario da Foggia il 1° agosto 1948 per Bari, dove giunse il giorno successivo.


Il biglietto da visita sotto riportato, spedito da Rovezzano il 4 novembre 1949 per S. Agata di Scarperia (bollo di arrivo in data 7 novembre), fu spedito in busta chiusa e si doveva considerare a tutti gli effetti una lettera primo porto.  Il francobollo da 10 lire arancio della serie Democratica con cui era affrancato non fu quindi sufficiente: la tariffa per la lettera primo porto era di 20 lire, quindi vi era un difetto di 10 lire. Anche con busta aperta, la tariffa sarebbe comunque stata errata, visto che per il biglietto da visita sarebbero bastate 6 lire. La tassa applicata a destinazione e indicata dai due segnatasse da 10 lire, annullati l’8 novembre, fu quindi pari al doppio della tariffa mancante. Si noti il datario errato in partenza, datato 4 novembre 1940. Lo stesso oggetto è catalogato tra gli invii tassati perché con affrancatura errata.  Vista la data d’uso, la filigrana è necessariamente quella con la ruota alata del I tipo, visto che i francobolli furono ristampati con la filigrana ruota del III tipo solo nel 1954.
cei0515_isol_tassato


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 la lettera primo porto per l’interno si affrancava con 25 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Supino il 18 febbraio 1952 per Milano, dove giunse il giorno successivo (datario con targhetta) e dove fu anche rispedito. L’oggetto, non affrancato, fu tassato del doppio della tariffa ed i segnatasse furono annullati il 20 febbraio.

Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la soprattassa per la raccomandazione di una corrispondenza chiusa ammontava a 45 lire. Fino al 31 agosto 1959 le corrispondenze raccomandate erano gravate anche di un ulteriore diritto per la ricevuta, pari a 10 lire. Vi fu quindi un periodo in cui la lettera primo porto raccomandata si affrancava con 80 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito a carico del destinatario da Parma il 5 maggio 1952 per la città e fu tassata per 80 lire nell’ufficio postale di Parma Cortile San Martino il giorno successivo. Il mittente godeva della facoltà di spedire lettere a carico del destinatario in tassa semplice, pertanto fu apposto lo specifico bollo di tassazione TS. Si noti la targhetta rosa propria delle raccomandate di servizio.

Un’altra lettera primo porto raccomandata a carico del destinatario, spedita da Como il 7 ottobre 1955 e tassata a destinazione a Mestrino il 10 ottobre successivo. In questo caso i francobolli presentano la filigrana Ruota Alata del III tipo, dettaglio che si vede con luce radente e si distingue abbastanza nettamente dalla filigrana del I tipo.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati