Usi di emissioni precedenti

Questa pagina della sezione affrancature è dedicata alle emissioni filateliche del Regno, della Repubblica Sociale Italiana e della Luogotenenza che erano ancora in vigore (o tollerate) a partire dal 1° ottobre 1945, data in cui fu emessa la serie Democratica e punto iniziale dell’esposizione di materiale storico postale in questo sito internet.

Per scelta, il materiale che espongo è tutto riferito alla serie  Democratica ed alle altre emissioni successive al 1° ottobre 1945. Alcuni oggetti, affrancati con questi francobolli di mio interesse, hanno viaggiato durante il periodo in cui erano ancora validi i valori postali precedenti. In qualche oggetto della mia raccolta ci sono quindi alcuni esempi d’uso: i link rimandano alle pagine in cui si possono trovare i relativi oggetti.

Serie Imperiale (1929 e successivi), limitata ai valori ancora in uso al momento dell’introduzione della serie Democratica e validi fino al 30 giugno 1946 (tollerati fino al 30 luglio), caratterizzati da filigrana corona e da simboli fascisti:
– 5 centesimi (con il 40 cent. Democratica e con il 60 cent. Democratica),
– 10 centesimi,
– 15 centesimi,
– 20 centesimi,
– 25 centesimi,
– 30 centesimi,
– 35 centesimi,
– 50 centesimi,
– 75 centesimi,
– 1 lira,
– 1,25 lire,
– 1,75 lire,
– 2 lire,
– 2,55 lire,
– 3,70 lire,
– 5 lire,
– 10 lire,
– 20 lire,
– 25 lire,
– 50 lire.
Riemissioni della serie Imperiale in periodo di Luogotenenza:
– filigrana corona, senza fasci littori, emessi nel 1944 (emissione “di Roma”):
– – 30 centesimi bruno (con il 10 cent. Democratica),
– – 50 centesimi violetto,
– – 60 centesimi verde,
– – 1 lira violetto;
– senza filigrana, senza fasci littori, emessi nel 1944-1945 (emissione “di Roma”):
– – 10 centesimi bruno (1945),
– – 60 centesimi verde (1945) ,
– – 1 lira violetto (1944) (con il 40 cent. Democratica);
– senza filigrana, con fasci littori, emessi nel 1945 (emissione “di Novara”):
– – 15 centesimi verde (con il 60 cent. Democratica, con il 10 lire Demoratica ardesia),
– – 35 centesimi azzurro,
– – 1 lira violetto (con il 2 lire Democratica);
– filigrana ruota alata, senza fasci littori, emessi nel 1945 (emissione “di Roma”):
– – 20 centesimi carminio,
– – 60 centesimi verde (con il 40 cent. Democratica),
– – 1 lira violetto,
– – 1,20 lire bruno (con il 2 lire Democratica),
– – 2 lire carminio (con l’80 cent. Democratica),
– – 5 lire rosso (con la Lira Democratica, col 2 lire Democratica),
– – 10 lire violetto (con il 2 lire Democratica);
– senza filigrana, senza fasci littori, emessi nel 1945-1946 (emissione “di Novara”):
– – 10 centesimi bruno (1945) (valore gemello con il 10 cent. Demorcatica, con il 40 cent. Democratica),
– – 20 centesimi carminio (1945),
– – 50 centesimi violetto (1945),
– – 60 centesimi arancio (1945) (col 40 cent. Democratica),
– – 1 lira violetto (1945) (col 2 lire Democratica),
– – 2 lire carminio (1945),
– – 10 lire violetto (1946).

Altri francobolli emessi in periodo di Luogotenenza:
-serie “monumenti distrutti” della R.S.I. soprastampata:
– – 1,20 lire su 20 cent. (col 10 lire Democratica ardesia),
– – 2 lire su 25 cent. (col 40 cent. Democratica, col 5 lire Democratica),
– 50 centesimi Lupa di Roma
– 2,50 lire su 1,75 lire Imperiale

Erano in uso anche i valori di Posta Aerea della serie Imperiale:
– 25 centesimi (con il 3,20 lire Posta Aerea Democratica),
– 50 centesimi,
– 75 centesimi (con il 20 cent. Democratica),
– 80 centesimi,
– 1 lira,
– 2 lire,
– 5 lire,
– 10 lire.

Nel periodo della Luogotenenza fu emesso un francobollo da 5 lire per espresso. E’ presente nella pagina dedicata all’1,20 lire Democratica.

Francobolli in uso nella Repubblica Sociale Italiana furono messi fuori corso dopo il 25 aprile 1945, ma in alcune zone la scarsità di altri valori o la condizione di emergenza portarono comunque a tollerarne l’uso fino al 1947.