Biglietti da visita, partecipazioni e stampe augurali

Questa sezione del sito dedicata agli oggetti postali riporta quegli oggetti spediti in busta aperta che non godono dell’agevolazione dedicata alle stampe, che non rientrano nella categoria dei manoscritti e che possono contenere alcune limitate comunicazioni non attuali e personali. In particolare si tratta di:
Biglietti da visita riportanti non più di cinque parole manoscritte di convenevoli, con le informazioni stampate limitate ai dati anagrafici, indirizzi e recapiti postali o telefonici o bancari del mittente.
Partecipazioni, di nascita, matrimonio, morte o altri avvenimenti, con contenuto soltanto stampato e senza informazioni di carattere personale o note manoscritte supplementari. Siccome è d’uso inserire per alcuni destinatari selezionati un cartoncino supplementare (per esempio l’invito al pranzo), vi fu un periodo in cui la presenza del cartoncino supplementare richiedeva il pagamento di una tariffa superiore.
Stampe augurali, cartoncini o bigliettini con messaggi di auguri con testo non superiore a cinque parole di convenevoli. Questo tipo di oggetto fu introdotto alla fine degli anni ’50.

Tra il 1° febbraio 1946 ed il 24 marzo 1947:
Biglietto da visita: 2 lire
Partecipazione: 1 lira

Tra il 25 marzo 1947 ed il 31 luglio 1947:
Biglietto da visita: 3 lire
Partecipazione: 2 lire

Tra il 1° agosto 1947 ed il 10 agosto 1948:
Biglietto da visita: 5 lire
Partecipazione: 4 lire

Tra l’11 agosto 1948 ed il 31 luglio 1951:
Biglietti da visita o partecipazioni: 6 lire

Tra il 1° agosto 1951 ed  il 30 settembre 1957:
Biglietti da visita o partecipazioni: 10 lire

Tra il 1° ottobre 1957 ed il 31 luglio 1965:
Biglietti da visita, partecipazioni o stampe augurali: 15 lire
La voce Stampe Augurali comparve dal 1° settembre 1959
Dal 1° settembre 1961, partecipazione con cartoncino per invito: 25 lire

Tra il 1° agosto 1965 ed il 15 agosto 1967:
Biglietti da visita, partecipazioni o stampe augurali: 20 lire

Tra il 16 agosto 1967 ed il 30 marzo 1974:
Biglietti da visita, partecipazioni o stampe augurali: 25 lire

Tra il 31 marzo 1974 ed il 24 marzo 1975:
Biglietti da visita, partecipazioni o stampe augurali: 40 lire

A partire dal 25 marzo 1975 tutti questi oggetti in busta aperta sono equiparati alle cartoline, o alle cartoline illustrate quando si distinguevano i due tipi:
tra il 25 marzo 1975 ed il 31 dicembre 1975: 70 lire
tra il 1° gennaio 1976 ed il 31 ottobre 1976: 100 lire
tra il 1° novembre 1976 ed il 31 dicembre 1980: 120 lire
tra il 1° gennaio 1981 ed il 30 settembre 1981: 150 lire
tra il 1° ottobre 1981 ed il 30 settembre 1982: 200 lire
tra il 1° ottobre 1982 ed il 31 gennaio 1983: 250 lire
tra il 1° febbraio 1983 ed il 31 maggio 1984: 300 lire
tra il 1° giugno 1984 ed il 12 novembre 1985: 400 lire
tra il 13 novembre 1985 ed il 15 novembre 1986: 450 lire
tra il 16 novembre 1986 ed il 31 dicembre 1989: 500 lire
tra il 1° gennaio 1990 ed il 31 maggio 1995: 600 lire

A partire dal 1° giugno 1995, non vi è più distinzione di tariffa tra cartolina postale, cartolina illustrata e lettera primo porto. Pur essendo ancora formalmente presenti nel tariffario le voci “biglietto da visita”, “partecipazioni” e “stampe augurali” non ha più senso distinguere buste aperte o buste chiuse, né tanto meno distinguere nel contenuto i convenevoli o le informazioni attuali e personali: non si approfitta più di una tariffa ridotta. Gli oggetti inseriti nelle due pagine seguenti si trovano lì soltanto perché viaggiarono in busta aperta.

tra il 1° giugno 1995 ed il 4 maggio 1997: 750 lire
tra il 5 maggio 1997 ed il 20 giugno 1999: 800 lire

A partire dal 21 giugno 1999, anche questi oggetti confluirono nella voce tariffaria “Corriere Ordinario“.