Biglietto da visita

I biglietti da visita spediti per posta, prima di essere assimilati alle stampe a partire dal 25 marzo 1975, hanno goduto di una tariffa specifica. Le condizioni per l’invio erano: busta aperta ed ispezionabile, non più di cinque parole manoscritte di convenevoli, informazioni stampate limitate ai dati anagrafici, indirizzi e recapiti postali o telefonici o bancari del mittente.

Biglietti da visita spediti in busta aperta per l’interno:
dalla proclamazione della Repubblica al 24 marzo 1947: 2 lire
dal 25 marzo 1947 al 31 luglio 1947: 3 lire
dal 1° agosto 1947 al 10 agosto 1948: 5 lire
dall’11 agosto 1948 al 31 luglio 1951: 6 lire
dal 1° agosto 1951 al 30 settembre 1957: 10 lire
dal 1° ottobre 1957 al 31 luglio 1965: 15 lire
dal 1° agosto 1965 al 15 agosto 1967: 20 lire
dal 16 agosto 1967 al 30 marzo 1974: 25 lire
dal 31 marzo 1974 al 24 marzo 1975: 40 lire

A partire dal 25 marzo 1975 i biglietti da visita sono assimilati alle cartoline (illustrate, nei periodi in cui si è operata la distinzione):

tra il 25 marzo 1975 ed il 31 dicembre 1975: 70 lire
tra il 1° gennaio 1976 ed il 31 ottobre 1976: 100 lire
tra il 1° novembre 1976 ed il 31 dicembre 1980: 120 lire
tra il 1° gennaio 1981 ed il 30 settembre 1981: 150 lire
tra il 1° ottobre 1981 ed il 30 settembre 1982: 200 lire
tra il 1° ottobre 1982 ed il 31 gennaio 1983: 250 lire
tra il 1° febbraio 1983 ed il 31 maggio 1984: 300 lire
tra il 1° giugno 1984 ed il 12 novembre 1985: 400 lire
tra il 13 novembre 1985 ed il 15 novembre 1986: 450 lire
tra il 16 novembre 1986 ed il 31 dicembre 1989: 500 lire
tra il 1° gennaio 1990 ed il 31 maggio 1995: 600 lire
tra il 1° giugno 1995 ed il 4 maggio 1997: 750 lire
tra il 5 maggio 1997 ed il 20 giugno 1999: 800 lire


©2016-2017 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati