Lettera per l’interno

In questa sottopagina della sezione oggetti postali si catalogano le lettere per l’interno a tariffa intera e ridotta, con eventuali servizi accessori, e gli invii diretti a paesi esteri per i quali la tariffa agevolata è eguale a quella degli invii per l’interno. Ogni tariffa elencata, se dotata di un link, porta ad una pagina specifica in cui sono mostrati esempi di oggetti postali.
In calce alla lista c’è una serie di note in cui sono citate le fonti consultate.


Dal 1° aprile 1945 al 31 gennaio 1946,
tariffe in vigore al momento dell’emissione della serie Democratica:

– Lettera nel distretto: 1 lira
Lettera fuori distretto: 2 lire
Servizi Accessori:
– Lettera nel distretto raccomandata: 6 lire (1 + 5)
– Lettera nel distretto raccomandata aperta: 3,40 (1 + 2,40)
– Lettera nel distretto da recapitarsi per espresso: 6 lire (1 + 5)
– Lettera nel distretto raccomandata espresso: 11 lire (1 + 5 + 5)
Lettera fuori distretto raccomandata: 7 lire (2 + 5)
– Lettera fuori distretto raccomandata aperta: 4,40 lire (2 + 2,40)
– Lettera fuori distretto da recapitarsi per espresso: 7 lire (2 + 5)
– Lettera fuori distretto raccomandata da recapitarsi per espresso: 12 lire (2 + 5 + 5)
Tariffe agevolate:
– Lettera tra sindaci o per militari: 1 lira (50% di 2 lire)

Dal 1° febbraio 1946 al 24 marzo 1947 (porti di 15 grammi),
tariffe in vigore al momento della proclamazione della Repubblica:

– Lettera nel distretto: 3 lire
– Lettera fuori distretto: 4 lire
Servizi Accessori:
Lettera nel distretto raccomandata: 13 lire (3 + 10)
Lettera nel distretto raccomandata aperta: 8 lire (3 + 5)
– Lettera nel distretto da recapitarsi per espresso: 13 lire (3 + 10)
– Lettera nel distretto raccomandata da recapitarsi per espresso: 23 lire (3 + 10 + 10)
– Lettera nel distretto raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 18 lire (3 + 5 + 10)
Lettera fuori distretto raccomandata: 14 lire (4 + 10)
Lettera fuori distretto raccomandata aperta: 9 lire (4 + 5)
Lettera fuori distretto da recapitarsi per espresso: 14 lire (4 + 10)
Lettera fuori distretto raccomandata da recapitarsi per espresso: 24 lire (4 + 10 + 10)
– Lettera fuori distretto raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 19 lire (4 + 5 + 10)
Tariffe agevolate:
– Lettera tra sindaci o per militari: 2 lire (50% di 4 lire)
Porti successivi:
Lettera secondo porto fuori distretto: 8 lire (4 x 2)
Lettera secondo porto fuori distretto raccomandata: 18 lire (4 x 2 + 10)

Dal 25 marzo 1947 al 31 luglio 1947:
– Lettera nel distretto: 3 lire
– Lettera fuori distretto: 6 lire
Servizi accessori:
– Lettera nel distretto raccomandata: 18 lire (3 + 15)
– Lettera nel distretto raccomandata aperta: 10 lire (3 + 7)
– Lettera nel distretto da recapitarsi per espresso: 18 lire (3 + 15)
– Lettera nel distretto raccomandata da recapitarsi per espresso: 33 lire (3 + 15 + 15)
– Lettera nel distretto raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 25 lire (3 + 7 + 15)
– Lettera fuori distretto raccomandata: 21 lire (6 + 15)
Lettera fuori distretto raccomandata aperta: 13 lire (6 + 7)
– Lettera fuori distretto da recapitarsi per espresso: 21 lire (6 + 15)
Lettera fuori distretto raccomandata da recapitarsi per espresso: 36 lire (6 + 15 + 15)
– Lettera fuori distretto raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 28 lire (6 + 7 + 15)
Tariffe agevolate:
– Lettera tra sindaci o per militari: 3 lire (50% di 6 lire)
Porti successivi:
Lettera secondo porto raccomandata nel distretto: 21 lire (3 x 2 + 15)
Lettera sesto porto raccomandata fuori distretto: 51 lire (6 x 6 + 15)

Dal 1° agosto 1947 è abolita la riduzione entro il distretto, tariffe fino al 10 agosto 1948:
Lettera: 10 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 30 lire (10 + 20)
– Lettera raccomandata aperta: 20 lire (10 + 10)
Lettera da recapitarsi per espresso: 35 lire (10 + 25)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 55 lire (10 + 20 + 25)
– Lettera raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 45 lire (10 + 10 + 25)
Tariffe agevolate:
– 
Lettera tra sindaci o per militari: 5 lire (50% di 10 lire)
Porti successivi:
Lettera secondo porto raccomandata: 40 lire (10 x 2 + 20)
Lettera secondo porto raccomandata da recapitarsi per espresso: 65 lire (10 x 2 + 20 + 25)
Lettera terzo porto raccomandata: 50 lire (10 x 3 + 20)
Altri servizi:
Lettera per Posta Aerea: 16 lire (10 + 6 per i primi 5 grammi)

Dall’ 11 agosto 1948 al 9 aprile 1949:
Lettera: 15 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 50 lire (15 + 35)
Lettera raccomandata aperta: 35 lire (15 + 20)
Lettera da recapitarsi per espresso: 50 lire (15 + 35)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 85 lire (15 + 35 + 35)
– Lettera raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 70 lire (15 + 20 + 35)
Tariffe agevolate:
– Lettera tra sindaci o per militari: 7,50 lire (50% di 15 lire)
Porti successivi:
Lettera secondo porto raccomandata espresso: 100 lire (2 x 15 + 35 + 35)
Lettera secondo porto raccomandata aperta per espresso: 85 lire (15 x 2 + 20 + 35)

Dal 10 aprile 1949 al 31 dicembre 1949:
Lettera: 20 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 55 lire (20 + 35)
Lettera raccomandata aperta: 40 lire (20 + 20)
Lettera da recapitarsi per espresso: 60 lire (20 + 40)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 95 lire (20 + 35 + 40)
– Lettera raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 80 lire (20 + 20 + 40)
Tariffe agevolate:
– Lettera tra sindaci o per militari: 10 lire (50% di 20 lire)
Porti successivi:
Lettera secondo porto: 40 lire (20 x 2)
Lettera secondo porto raccomandata: 75 lire (20 x 2 + 35)
Lettera secondo porto raccomandata da recapitarsi per espresso: 115 lire (20 x 2 + 35 + 40)

Dal 1° gennaio 1950 al 31 luglio 1951:
Lettera: 20 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 65 lire (20 + 35 + 10*)
– Lettera raccomandata aperta: 50 lire (20 + 20 + 10*)
Lettera da recapitarsi per espresso: 60 lire (20 + 40)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 105 lire (20 + 35 + 10* + 40)
– Lettera raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 90 lire (20 + 20 + 10* + 40)
Porti successivi:
Lettera secondo porto: 40 lire (20 x 2)
Lettera secondo porto raccomandata: 85 lire (20 x 2 + 35 + 10*)
Lettera terzo porto raccomandata: 105 lire (20 x 3 + 35 + 10*)
Lettera terzo porto raccomandata espresso: 145 lire (20 x 3 + 35 + 10* + 40)
Tariffe agevolate:
– Lettera tra sindaci o per militari: 10 lire (50% di 20 lire)
– Dal 1° aprile 1950: lettere per Somalia con tariffa interna.
– Dal 1° giugno 1950: lettere per Francia, Algeria e Andorra con tariffa interna (fino 100 g).
*= diritto di ricevuta per corrispondenze registrate, 10 lire

Dal 1° agosto 1951 al 30 settembre 1957:
Lettera: 25 lire
Servizi Accessori:
Lettera raccomandata: 80 lire (25 + 45 + 10*)
Lettera raccomandata aperta: 60 lire (25 + 25 + 10*)
Lettera da recapitarsi per espresso: 75 lire (25 + 50)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 130 lire (25 + 45 + 10* + 50)
– Lettera raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 110 lire (25 + 25 + 10* + 50)
Lettera raccomandata servizio riscossioni: 70 lire (25 + 45)**
Tariffe agevolate:
– Lettera tra sindaci o per militari: 13 lire (arrotondamento di 12,5 lire, 50% di 25)
Lettera secondo porto tra sindaci o per militari: 26 lire (13 x 2, tollerate anche 25)
– Lettera per Francia, Algeria, Andorra, Somalia: 25 lire, come per l’interno
Lettera per la Città del Vaticano: 25 lire come per l’interno, dal 1° febbraio 1952
Porti successivi:
Lettera secondo porto: 50 lire (25 x 2),
Lettera secondo porto raccomandata: 105 lire (25 x 2 + 45 + 10*)
Lettera secondo porto espresso: 100 lire (25 x 2 + 50)
Lettera secondo porto raccomandata espresso: 155 lire (25 x 2 + 45 + 10* + 50)
Lettera terzo porto: 75 lire (25 x 3),
Lettera terzo porto raccomandata: 130 lire (25 x 3 + 45 + 10*)
Lettera sesto porto: 150 lire (25 x 6)
Lettera dodicesimo porto raccomandata: 355 lire (25 x 12 + 45 + 10*)
Altri servizi:
Posta aerea: soprattassa di 10 lire fino al 31 agosto 1953, poi abolita:
Lettera via aerea da recapitarsi per espresso: 85 lire (25 + 50 + 10)
Posta pneumatica: 5 lire
Lettera inoltrata per posta pneumatica: 30 lire (25 + 5)
Lettera espresso inoltrata per posta pneumatica: 80 lire (25 + 50 + 5)
*= diritto di ricevuta per corrispondenze registrate, 10 lire
**= corrispondenza di servizio esente dal diritto di ricevuta di 10 lire.

Dal 1° ottobre 1957 al 31 agosto 1959:
Lettera: 25 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 110 lire (25 + 75 + 10*)
Lettera raccomandata aperta: 85 lire (25 + 50 + 10*)
Lettera da recapitarsi per espresso: 100 lire (25 + 75)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 185 lire (25 + 75 + 10* + 75)
– Lettera raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 160 lire (25 + 50 + 10* + 75)
Lettera raccomandata servizio riscossioni: 100 lire (25 + 75)**
Tariffe agevolate:
– Lettera tra sindaci o per militari: 13 lire (arrotondamento di 12,5 lire, 50% di 25)
Lettera secondo porto tra sindaci: 26 lire (13 x 2)
Lettera terzo porto tra sindaci: 39 lire (13 x 3)
Lettera tra sindaci raccomandata: 98 lire (13 + 75 + 10*)
– Lettera per Francia, Algeria, Andorra, Somalia: 25 lire
Porti successivi:
Lettera secondo porto: 50 lire (25 x 2)
Lettera secondo porto raccomandata: 135 lire (25 x 2 + 75 + 10*)
Lettera secondo porto espresso: 125 lire (25 x 2 + 75)
Lettera secondo porto raccomandata espresso: 210 lire (25 x 5 + 75 + 10* + 75)
Lettera terzo porto: 75 lire (25 x 3)
Lettera terzo porto raccomandata espresso: 235 lire (25 x 3 + 75 + 10* + 75)
Lettera quarto porto raccomandata espresso: 260 lire (25 x 4 + 75 + 10* + 75)
Lettera quinto porto: 125 lire (25 x 5)
Lettera quinto porto a tariffa ridotta: 65 lire (13 x 5)
*= diritto di ricevuta per corrispondenze registrate, 10 lire
**= corrispondenza di servizio esente dal diritto di ricevuta di 10 lire.

Dal 1° settembre 1959 viene abolito il diritto di ricevuta e sono modificate le tariffe, valide fino al 30 giugno 1960:
Lettera: 25 lire
Servizi Accessori:
Lettera raccomandata: 110 lire (25 + 85)
– Lettera raccomandata aperta: 85 lire (25 + 60)
Lettera da recapitarsi per espresso: 100 lire (25 + 75)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 185 lire (25 + 85 + 75)
– Lettera raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 160 lire (25 + 60 + 75)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Francia, Algeria, Andorra, Somalia*: 25 lire
– Lettera tra sindaci: 13 lire (arrotondamento di 12,5 lire, 50% di 25),
Lettera secondo porto tra sindaci: 26 lire (13 x 2),
Lettera terzo porto tra sindaci: 39 lire (13 x 3),
Porti successivi:
Lettera secondo porto: 50 lire (25 x 2)
Lettera secondo porto raccomandata: 135 lire (25 x 2 + 85)
Lettera secondo porto espresso: 125 lire (25 x 2 + 75)
Lettera terzo porto raccomandata: 160 lire (25 x 3 + 85)
Lettera terzo porto raccomandata espresso: 235 lire (25 x 3 + 85 + 75)
Variazioni:
* il 1° luglio 1960 cessò l’Amministrazione Fiduciaria Italiana della Somalia e l’agevolazione;

Dal 1° luglio 1960 il primo porto passa a 20 grammi, tariffe fino al 31 luglio 1965:
Lettera: 30 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 115 lire (30 + 85)
Lettera raccomandata aperta: 90 lire (30 + 60)
Lettera da recapitarsi per espresso: 105 lire (30 + 75)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 190 lire (30 + 85 + 75)
Lettera raccomandata aperta da recapitarsi per espresso: 165 lire (30 + 60 + 75)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Francia, Algeria*, Andorra: 30 lire
Lettera tra sindaci e per militari: 15 lire (50% di 30 lire)**
Porti successivi (20 lire per i porti oltre il primo):
Lettera secondo porto: 50 lire (30 + 20)
Lettera secondo porto raccomandata: 135 lire (30 + 20 + 85)
Lettera secondo porto da recapitarsi per espresso: 125 lire (30 + 20 + 75)
Lettera terzo porto: 70 lire (30 + 20 x 2)
Lettera sesto porto raccomandata: 215 lire (30 + 20 x 5 + 85)
Variazioni:
* il 3 luglio 1962 l’Algeria divenne indipendente e perse la tariffa ridotta equiparata alla Francia,
**il 31 dicembre 1961 cessò l’agevolazione al 50% per le corrispondenze tra sindaci.

Dal 1° agosto 1965 non si distingue più raccomandazione aperta e chiusa, tariffe fino al 31 dicembre 1965:
Lettera: 40 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 130 lire (40 + 90)
Lettera da recapitarsi per espresso: 160 lire (40 + 120)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 250 lire (40 + 90 + 120)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Francia, Germania Occ.: 40 lire

Dal 1° gennaio 1966 al 15 agosto 1967:
Lettera: 40 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 170 lire (40 + 130)
Lettera da recapitarsi per espresso: 190 lire (40 + 150)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 320 lire (40 + 130 + 150)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 40 lire
Porti successivi:
Lettera secondo porto: 80 lire (40 x 2)
Lettera secondo porto raccomandata: 210 lire (40 x 2 + 130)

Dal 16 agosto 1967 i porti successivi al primo si raggruppano in scaglioni, tariffe valide fino al 30 marzo 1974:
Lettera: 50 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 180 lire (50 + 130)
Lettera da recapitarsi per espresso: 200 lire (50 + 150)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 330 lire (50 + 130 + 150)
Tariffe agevolate:
Lettera per militari: 25 lire (50% di 50 lire)
– Lettera per Andorra, Belgio, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 50 lire
Porti successivi:
Lettera tra 20 e 100 grammi: 100 lire
Lettera tra 20 e 100 grammi raccomandata: 230 lire (100 + 130)
Lettera tra 20 e 100 grammi da recapitarsi per espresso: 250 lire (100 + 150)
Lettera tra 20 e 100 grammi raccomandata da recapitarsi per espresso: 380 lire (100 + 130 + 150)
Lettera tra 500 e 1000 grammi: 1500 lire

Dal 31 marzo 1974 al 24 marzo 1975:
Lettera: 50 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 180 lire (50 + 130)
Lettera da recapitarsi per espresso: 300 lire (50 + 250)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 430 lire (50 + 130 + 250)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 50 lire
Porti successivi:
Lettera tra 20 e 100 grammi: 100 lire
Lettera tra 20 e 100 grammi raccomandata: 230 lire (100 + 130)

Dal 25 marzo 1975 si modificano anche gli scaglioni in cui si raggruppano i porti successivi, tariffe fino al 31 dicembre 1975:
Lettera: 100 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 300 lire (100 + 200)
Lettera da recapitarsi per espresso: 350 lire (100 + 250)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 550 lire (100 + 200 + 250)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 100 lire
Porti Successivi:
Lettera tra 20 e 50 grammi: 180 lire
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 380 lire (180 + 200)

Dal 1° gennaio 1976 al 31 ottobre 1976:
Lettera: 150 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 400 lire (150 + 250)
Lettera da recapitarsi per espresso: 450 lire (150 + 300)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 700 lire (150 + 250 + 300)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 150 lire
Porti successivi:
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 520 lire (270 + 250)

Dal 1° novembre 1976 al 31 dicembre 1980:
Lettera: 170 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 520 lire (170 + 350)
Lettera da recapitarsi per espresso: 520 lire (170 + 350)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 870 lire (170 + 350 + 350)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 170 lire
Porti successivi:
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 670 lire (320 + 350)
Lettera tra 20 e 50 grammi da recapitarsi per espresso: 670 lire (320 + 350)
Lettera tra 100 e 250 grammi: 900 lire
Altri servizi:
Lettera raccomandata contrassegno: 870 lire (170 + 350 + 350)

Dal 1° gennaio 1981 al 30 settembre 1981:
Lettera: 200 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 600 lire (200 + 400)
– Lettera da recapitarsi per espresso: 700 lire (200 + 500)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 1100 lire (200 + 400 + 500)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 200 lire
Porti successivi:
Lettera tra 20 e 50 grammi: 400 lire.

Dal 1° ottobre 1981 al 30 settembre 1982:
Lettera: 300 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 900 lire (300 + 600)
Lettera da recapitarsi per espresso: 1000 lire (300 + 700)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 1600 lire (300 + 600 + 700)
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 300 lire

Dal 1° ottobre 1982 al 31 gennaio 1983:
Lettera: 350 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 1050 lire (350 + 700)
– Lettera da recapitarsi per espresso: 1150 lire (350 + 800)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 1850 lire (350 + 700 + 800)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 350 lire
Porti successivi:
Lettera tra 20 e 50 grammi: 600 lire
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 1300 lire (600 + 700)
– Lettera tra 50 e 100 grammi: 800 lire
– Lettera tra 100 e 250 grammi: 1600 lire
Lettera tra 100 e 250 grammi raccomandata: 2300 lire (1600 + 700)

Dal 1° febbraio 1983 al 31 maggio 1984:
Lettera: 400 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 1400 lire (400 + 1000)
Lettera da recapitarsi per espresso: 1400 lire (400 + 1000)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 2400 lire (400 + 1000 + 1000)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 400 lire
Altri servizi:
Lettera assicurata convenzionale: 1900 lire (1400 raccomandata + 500)
Altri porti:
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 1700 lire (700 + 1000)
Lettera tra 100 e 250 grammi raccomandata: 2900 lire (1900 + 1000)

Dal 1° giugno 1984 al 12 novembre 1985:
Lettera: 450 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 1950 lire (450 + 1500)
Lettera da recapitarsi per espresso: 1950 lire (450 + 1500)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 3450 lire (450 + 1500 + 1500)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 450 lire
Altri porti:
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 2400 lire (900 + 1500)
Lettera tra 20 e 50 grammi espresso: 2400 lire (900 + 1500)

Dal 13 novembre 1985 al 15 novembre 1986:
Lettera: 550 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 2550 lire (550 + 2000)
– Lettera da recapitarsi per espresso: 2550 lire (550 + 2000)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 4550 lire (550 + 2000 + 2000)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 550 lire
Altri porti:
Lettera tra 20 e 50 grammi: 1100 lire
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 3100 lire (1100 + 2000)

Dal 16 novembre 1986 al 29 febbraio 1988:
Lettera: 600 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 2800 lire (600 + 2200)
Lettera da recapitarsi per espresso: 3000 lire (600 + 2400)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 5200 lire (600 + 2200 + 2400)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Lussemburgo, Olanda: 600 lire
– Lettera per Regno Unito, Irlanda: 600 lire (dal 1° gennaio 1987)
Altri porti:
Lettera tra 20 e 50 grammi: 1200 lire
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 3400 lire (1200 + 2200)
Lettera tra 50 e 100 grammi: 1600 lire

Dal 1° marzo 1988 al 31 dicembre 1989:
Lettera: 650 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 3050 lire (650 + 2400)
Lettera da recapitarsi per espresso: 3050 lire (650 + 2400)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 5450 lire (650 + 2400 + 2400)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Regno Unito: 550 lire
Altri porti:
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 3700 lire (1300 + 2400)
– Lettera tra 50 e 100 grammi: 1700 lire
– Lettera tra 100 e 250 grammi: 3200 lire
Lettera tra 100 e 250 grammi raccomandata espresso: 8000 lire (3200 + 2400 + 2400)

Dal 1° gennaio 1990 al 30 giugno 1990:
Lettera: 700 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 3500 lire (700 + 2800)
– Lettera da recapitarsi per espresso: 3500 lire (700 + 2800)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 6300 lire (700 + 2800 + 2800)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania Occ., Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna: 700 lire

Dal 1° luglio 1990 al 15 gennaio 1992:
Lettera: 750 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 3950 lire (750 + 3200)
– Lettera da recapitarsi per espresso: 3750 lire (750 + 3000)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 6950 lire (750 + 3200 + 3000)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania*, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna: 750 lire
Altri servizi:
– Lettera Assicurata Convenzionale: 5150 lire (750 + 3200 raccomandaz. + 1200)
Altri porti:
Lettera tra 20 e 50 grammi: 1500 lire
– Lettera tra 50 e 100 grammi: 2000 lire
Lettera tra 50 e 100 grammi assicurata convenzionale: 6400 lire (2000 + 3200 + 1200)
* Unificazione tedesca dal 3 ottobre 1990

Dal 16 gennaio 1992 si riorganizzano gli scaglioni per i porti successivi al primo, tariffe valide fino al 31 maggio 1995:
Lettera: 750 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 3950 lire (750 + 3200)
Lettera da recapitarsi per espresso: 3750 lire (750 + 3000)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 6950 lire (750 + 3200 + 3000)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna: 750 lire
Altri porti:
Lettera tra 20 e 100 grammi: 1850 lire
Lettera tra 20 e 100 grammi raccomandata: 5050 lire (1850 + 3200)
Lettera tra 20 e 100 grammi da recapitarsi per espresso: 4850 lire (1850 + 3000)

Dal 1° giugno 1995 al 4 maggio 1997:
Lettera: 750 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 4150 lire (750 + 3400)
Lettera da recapitarsi per espresso: 3750 lire (750 + 3000)
Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 7150 lire (750 + 3400 + 3000)
Tariffe agevolate:
– Lettera per Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna: 750 lire
Altri porti:
Lettera tra 20 e 100 grammi: 1850 lire
Lettera tra 20 e 100 grammi raccomandata: 5250 lire (1850 + 3400)
– Lettera tra 100 e 250 grammi: 4000 lire
– Lettera tra 250 e 500 grammi: 7000 lire
– Lettera tra 500 e 1000 grammi: 13200 lire
Lettera tra 500 e 1000 grammi espresso: 16200 lire (13200 + 3000)

Dal 5 maggio 1997 al 3 giugno 1999:
Lettera: 800 lire
Servizi accessori:
Lettera raccomandata: 4800 lire (800 + 4000)
Lettera da recapitarsi per espresso: 4400 lire (800 + 3600)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 8400 lire (800 + 4000 + 3600)
Tariffe agevolate ed esenzioni:
– Carta per i ciechi: in franchigia
Carta per i ciechi raccomandata: 4000 lire (solo la soprattassa)
– Carta per i ciechi da recapitarsi per espresso: 3600 lire (solo la soprattassa)
– Lettera per Austria, Andorra, Belgio, Danimarca, Francia, Finlandia, Germania, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia: 800 lire
dal 19 luglio 1997:
– Lettera per tutti i paesi dell’Unione Europea: 800 lire.
Altri servizi:
– Lettera assicurata convenzionale: 6400 (800 + 4000 raccomandazione + 1600)
Altri porti:
Lettera tra 20 e 50 grammi: 1800 lire
Lettera tra 20 e 50 grammi raccomandata: 5800 lire (1800 + 4000)
Lettera tra 50 e 100 grammi: 2000 lire
Lettera tra 50 e 100 grammi raccomandata: 6000 lire (2000 + 4000)
– Lettera tra 100 e 250 grammi: 4500 lire
Lettera tra 250 e 500 grammi: 6000 lire

Dal 4 giugno 1999 nuove tariffe e nuovi scaglioni oltre i 20 grammi, tariffe valide fino al 20 giugno 1999 (vedi nota):
Lettera: 800 lire
Servizi accessori:
– Lettera raccomandata: 4800 lire (800 + 4000)
– Lettera da recapitarsi per espresso: 4400 lire (800 + 3600)
– Lettera raccomandata da recapitarsi per espresso: 8400 lire
Tariffe agevolate:
– Lettera per tutti i paesi dell’Unione Europea: 800 lire

Con l’introduzione del corriere ordinario e del corriere prioritario, dal 21 giugno 1999 la lettera primo porto confluì nella voce generica “Corriere” assieme ad altri oggetti postali.


Nota bibliografica: in merito alla scomparsa dal tariffario della voce “Lettera” ed alla contemporanea introduzione delle voci “Corriere Ordinario” o “Corriere Prioritario”, è opportuno notare alcune discrepanze rilevate tra le principali fonti bibliografiche consultate.

Il Catalogo Unificato di Storia Postale, edizione 2011-2013, Terzo volume “Servizio Corrispondenze Repubblica Italiana”, nel capitolo dedicato alle lettere, spiega come il 21 giugno 1999 la voce “Lettera” sia stata sostituita nel tariffario postale dalla voce “Corriere”, ordinario o prioritario. Contrariamente a questa premessa, però, la tabella delle tariffe contiene una riga per le lettere dal 4.6.1999 al 30.9.2000 e la tabella delle valutazioni cita le lettere dal 5.5.1997 al 30.9.2000. Com’è possibile, visto che dopo il 20 giugno 1999 non si dovrebbe più parlare di lettere? A maggior ragione, nei capitoli dedicati al Corriere Ordinario ed al Corriere Prioritario lo stesso testo fa cominciare le tabelle delle tariffe e delle valutazioni il 21 giugno 1999.

Nella tabella delle tariffe 4.6.1999 – 30.9.2000 del testo Carobene, Gabbini, Macrelli AICPM 1974-2004 Storia dell’Associazione e tariffe postali italiane 1863 – 2000, AICPM 2005 si trovano le voci “Corriere Prioritario” e “Lettera” mentre non c’è la voce “Corriere Ordinario”.

Infine, in Crevato-Selvaggi (a cura di) “La Repubblica Italiana“, Poste Italiane 2003 nel capitolo “Le Poste – Ordinamento e Tariffe”, la tabella relativa alla tariffa lettera si interrompe il 20 giugno 1999 (in accordo con la spiegazione teorica del Catalogo Unificato, ma in disaccordo con le tabelle del medesimo). Non è però citato il cambio di tariffa degli scaglioni oltre 20 grammi avvenuto tra il 3 ed il 4 giugno precedente, a differenza di Catalogo Unificato e di Carobene et al.

La spiegazione di queste discrepanze si trova nell’articolo di Giovanni Riggi di Numana “Storia dell’Avviamento del Servizio Postale Prioritario in Italia dal dicembre 1997 al febbraio 2000” pubblicato in “Sestri 2000 – esposizione nazionale filatelica di storia postale tradizionale e tematica”, Federazione Società Filateliche Italiane, 2000. Nel testo si spiega, infatti, che l’introduzione del corriere prioritario sarebbe dovuta avvenire all’inizio di giugno, contestualmente alla variazione degli scaglioni, ma poi all’ultimo minuto fu rimandata di tre settimane. Ecco quindi perché le fonti divergono ed anche le Gazzette Ufficiali non consentono di fare molta chiarezza su questo pasticcio tecnico.

Nella presente trattazione si è scelto di classificare gli oggetti come segue, cercando di seguire nella maniera più aderente possibile lo svolgersi dei fatti:
– 3/4 giugno 1999: ultimo cambio tariffario che ha interessato la tariffa Lettera: la variazione delle tariffe, limitata agli scaglioni successivi al primo porto, è citata sia in Unificato sia in Carobene et al. mentre non è invece menzionata da Crevato-Selvaggi;
– 14 giugno 1999: emissione del francobollo di Posta Prioritaria, senza però la possibilità di usarlo per il servizio prioritario perché non ancora introdotto;
– 20 giugno 1999: ultimo giorno d’uso della lettera in accordo con Crevato-Selvaggi e Riggi di Numana, ed anche secondo la spiegazione teorica del Catalogo Unificato di Storia Postale;
– 21 giugno 1999: primo giorno d’uso del CorriereOrdinario o Prioritario (in accordo con il Catalogo Unificato di Storia Postale, con Crevato-Selvaggi e con Riggi di Numana).

Per l’agevolazione concessa alle corrispondenze dirette alla Città del Vaticano, ammesse alla tariffa interna dal 1952, ho fatto riferimento a Crevato-Selvaggi (a cura di) “La Repubblica Italiana”, Poste Italiane 2003 nel capitolo “Le Poste – Ordinamento e Tariffe”, tabella “Le voci tariffarie e le tariffe per la Città del Vaticano


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati