Mappa del sito

Questa pagina descrive la struttura del sito www.gm-storiapostale.it.
Per ulteriori informazioni sulla filosofia con cui è stato concepito vi è la sezione FAQ.


Sezione Info
Sezione di carattere generale trovano posto:
– la presente pagina,
– la sezione FAQ,
– la bibliografia e la sitografia,
– una nota sul copyright.


Sezione oggetti postali
In questa sezione sono elencati i principali oggetti postali in uso nel periodo dal 1945 al 2001, ovvero:
– la lettera, per l’interno e per l’estero, ed i biglietti postali, per l’interno e per l’estero;
– il corriere ordinario ed il corriere prioritario, con una pagina dedicata ai precursori,
– la cartolina, anch’essa distinta per l’interno e per l’estero,
– le stampe, per l’interno e per l’estero,
– le buste aperte (manoscritti, biglietti da visita, partecipazioni e fatture commerciali),
– gli avvisi di ricevimento elencati sia per periodo tariffario sia per tipo di modulo,
– gli atti giudiziari,
– alcune tariffe da o per editori: cedole di commissione libraria ed estratti conto dei giornali,
– gli oggetti che permettevano di spedire beni: campioni, pacchetti, incisioni,
– gli oggetti distribuiti mediante recapito autorizzato
Vi è una pagina specifica in cui si espongono gli invii a tariffa ridotta.
L’esposizione si limita al servizio corrispondenze, quindi non si cita il servizio pacchi.
Per ogni oggetto c’è l’elenco di tutte le variazioni tariffarie tra il 1945 ed il 2001, con i principali servizi accessori. Le tariffe, se dotate di un link, permettono di accedere a sottopagine in cui sono mostrati degli esempi di oggetti. Le soprattasse di raccomandazione e di recapito espresso sono elencate per la maggior parte degli oggetti; altri servizi accessori o porti successivi sono elencati e dotati di relativo link soltanto se vi sono nella mia raccolta degli oggetti da mostrare.


Sezione affrancature
In questa sezione si elencano le emissioni di francobolli dal 1945 al 2001.
Si distinguono le serie ordinarie:
– Democratica,
Italia al Lavoro,
– Siracusana,
– San Giorgio,
– Michelangiolesca,
– Alti Valori,
– Castelli d’Italia,
– Donna nell’Arte,
– Corriere Prioritario;
i francobolli commemorativi divisi per decenni:
– Anni ’40,
Anni ’50,
– Anni ’60,
– Anni ’70,
– Anni ’80,
– Anni ’90, 2000 e 2001;
alcuni francobolli o marche per servizi:
– Espressi, con una sottopagina dedicata alle regole di utilizzo,
– Posta Aerea,
– Segnatasse,
– Recapito Autorizzato,
– Posta Pneumatica;
e gli interi postali, suddivisi in:
– Biglietti Postali,
– Cartoline Postali.
Per ogni oggetto elencato, se presente un link,si possono vedere nella sottopagina degli oggetti postali in cui il francobollo è presente nell’affrancatura.


Sezione temi
Questa parte del sito riprende una selezione del materiale già esposto nella sezione oggetti postali e nella sezione affrancature per ripresentare alcuni oggetti in funzione del loro interesse per la marcofilia o la storia postale.

La sezione bolli, impronte annulli è dedicata alla marcofilia e contiene:
– uno studio sulle targhette lineari meccaniche,
– una selezione di bolli frazionari,
– una raccolta di datari muti,
una raccolta di oggetti in cui sono state applicate speciali impronte o annotazioni:
– bolli giustificativi “DOPO LA PARTENZA” o “OLTRE L’ORARIO LIMITE”,
– bolli giustificativi o altre annotazioni per il recapito mancato,
– bolli giustificativi o altre annotazioni per problemi nel recapito,
– bolli giustificativi di controllo o di segnalazione,
– timbri e altri segni di censura;
una raccolta di bolli postali legati ai mezzi di trasporto:
– uffici postali ambulanti ferroviari,
– messaggeri postali,
– scambisti di stazione,
– scortapieghi,
– avviamento celere;
una raccolta di oggetti lavorati da uffici postali temporanei:
– uffici postali temporanei, fissi o itineranti,
– uffici postali mobili;
una raccolta di oggetti lavorati da uffici non a disposizione di tutto il pubblico:
– uffici interni ad alberghi,
– uffici o recapiti interni a stabilimenti privati,
– uffici operanti all’interno di fiere,
– uffici interni a istituzioni.
Sono inoltre presenti:
– annulli speciali apposti da servizi distaccati in occasione di manifestazioni o celebrazioni
– oggetti lavorati dagli uffici postali delle missioni militari italiane all’estero.
– una ricerca sull’iniziativa del “quartiere postale”, un (poco usato) precursore del CAP in uso fino agli anni ’50.

Un’altra sezione è dedicata alle  corrispondenze tassate, con esposizione di varie ragioni per la tassazione:
– oggetti non affrancati,
– oggetti affrancati con errore di porto o di scaglione,
– oggetti affrancati con tariffe non più in vigore,
– oggetti erroneamente considerati agevolati,
– oggetti affrancati con valori non più validi o non idonei,
– oggetti con affrancatura insufficiente,
– oggetti con tassa a carico del destinatario.

Altre pagine di approfondimento della sezione temi:
– primi giorni d’uso, dedicata sia alle FDC sia agli usi non filatelici
– valori gemelli, solo per le serie ordinarie,
– ammende,
– storie.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati