Resa al mittente generica

In questa sottopagina della pagina dedicata agli oggetti non recapitati sono raggruppati quelli genericamente resi al mittente, senza alcuna indicazione specifica della ragione.


Bologna, 3 marzo 1947 – lettera primo porto nel distretto affrancata con il 3 lire Avvento della Repubblica – timbro lineare “AL MITTENTE” e apposizione da parte del portalettere del bollino con l’indicazione del quartiere postale:
cei0525_isolato_lettera_distretto


Palermo, 10 aprile 1964 – lettera primo porto affrancata con il 15 lire Conferenza sul Turismo. Annotazione manoscritta del portalettere e timbri lineari “AL MITTENTE”.


Urbino, 17 agosto 1992 – lettera per l’estero affrancata con l’850 lire Europa 1992, indirizzata nell’allora Yugoslavia durante la guerra che ha interessato la penisola balcanica nei primi anni ’90. In particolare, dall’aprile 1992 fino al 1996 Sarajevo subì un lunghissimo assedio e le comunicazioni con la città furono interrotte. Sulla lettera fu apposto un timbro “INTERRUPTION DES COMMUNICATIONS POSTALE – RETOUR”, ovvero “interruzione comunicazioni postale (sic) – ritorno”.


Palermo, 24 giugno 1997 – lettera per l’estero affrancata con il 900 lire Giochi del Mediterraneo. Timbro lineare “MISSENT TO MALE” (spedito per errore a Malè) e rispedito al mittente.


Palermo, 22 aprile 1998: 900 lire Natale 1997 su cartolina per l’estero – Oggetto con timbro lineare in cartella “AO REMETENTE”, annotazione manoscritta del postino ed assenza di ulteriori indicazioni comprensibili per descrivere il tipo di problema incontrato. Fu apposta un indicazione manoscritta “Maceió – AL”, probabilmente perché l’oggetto fosse inviato (per controllo? per la rispedizione in Italia?) presso la città di Maceiò, capitale dello stato brasiliano dell’Alagoas, con sigla AL. Anche la località di Praia do Francês, dove era indirizzata la cartolina, si trova nel medesimo stato.