Uffici postali mobili

Questa sottopagina della sezione bolli ed annulli fa riferimento ad una specifica iniziativa delle Poste relativa a due province italiane verso la fine del 1900.

Dal testo “La Repubblica Italiana” a cura di Bruno Crevato-Selvaggi, Poste Italiane, Roma, 2003, capitolo “Le Poste Ordinamento Servizi e Tariffe”: “Dagli uffici locali potevano dipendere gli «uffici postali itineranti»: uffici su telebus che offrivano servizi in località diverse in giorni prefissati, attuati soprattutto per portare la posta (e la consegna delle pensioni) nelle piccole località collinari o montane sprovviste di uffici. I primi uffici itineranti furono istituiti in provincia di Grosseto il 16 ottobre 1980 ed in quella di Viterbo il 3 novembre dello stesso anno”.

750 lire “I Giovani Incontrano l’Europa” isolato su lettera primo porto – Ufficio postale mobile della Provincia di Viterbo a Grotte Santo Stefano, 4 maggio 1991:


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati