Oggetti affrancati con tariffe non più in vigore

Questa sezione delle corrispondenze tassate è dedicata agli oggetti che sono stati affrancati con tariffe non più in vigore. Questa sezione comprende soltanto valori che sono stati spediti poco dopo il cambio di tariffa e con affrancatura riferita alla tariffa precedente. Negli altri casi, gli oggetti sono annoverati tra quelli insufficientemente affrancati.


Lettera primo porto fuori distretto spedita da Pettorano sul Gizio il 25 marzo 1947, primo giorno della nuova tariffa di 6 lire. Affrancata con il 4 lire Demoratica isolato, sufficiente per l’affrancatura fino al giorno precedente, la lettera fu tassata per 4 lire con una quartina del segnatasse da 1 lira della Luogotenenza.


100 lire Giovanni Boccaccio isolato su lettera primo porto: fino al 31 dicembre 1975 la tariffa era di 100 lire, ma a partire dal 1° gennaio 1976 la tariffa aumentò a 150 lire. L’oggetto, spedito il 17 febbraio 1976, risultò quindi affrancato in difetto di 50 lire e tassato per il doppio.


150 lire Valle d’Itria isolato su lettera primo porto: fino al 31 ottobre 1976 la tariffa era 150 lire, ma a partire dal 1° novembre la tariffa aumentò a 170 lire. L’oggetto, spedito il 5 novembre 1976, risultò quindi affrancato in difetto di 20 lire e tassato per il doppio.


150 lire Castello di Fenis isolato su lettera primo porto: fino al 31 ottobre 1976 la tariffa era 150 lire, ma a partire dal 1° novembre la tariffa aumentò a 170 lire. L’oggetto, spedito il 5 novembre 1976, risultò quindi affrancato in difetto di 20 lire e tassato per il doppio.


150 lire San Francesco d’Assisi isolato su lettera primo porto: fino al 31 ottobre 1976 la tariffa era 150 lire, ma a partire dal 1° novembre la tariffa aumentò a 170 lire. L’oggetto, spedito l’8 novembre 1976, risultò quindi affrancato in difetto di 20 lire e tassato per il doppio.


©2016-2018 www.gm-storiapostale.it di Giorgio Mastella, alcuni diritti riservati