Tassa a carico del destinatario

Questa sezione delle corrispondenze tassate è dedicata agli oggetti che non sono stati affrancati perché spediti da uffici pubblici che godevano del diritto di inviare corrispondenza a carico del destinatario. Tale corrispondenza non era tassata del doppio dell’affrancatura mancante: l’apposizione del timbro ovale di esenzione da parte del mittente permetteva al destinatario di pagare la semplice affrancatura e talvolta sugli oggetti era apposto il timbro T.S., ovvero Tassa Semplice.


Lettera primo porto fuori distretto raccomandata tassata con segnatasse 5 lire Luogotenenza e segnatasse 2 lire Luogotenenza – Santa Maria Villiana, 20 dicembre 1945:


Lettera primo porto nel distretto tassata con 1 lira segnatasse luogotenenza – Bologna, 24 dicembre 1945:


Lettera primo porto fuori distretto spedita dal Ministero della Guerra e tassata a Napoli con 12 esemplari del segnatasse da 50 centesimi Luogotenenza filigrana ruota. Roma, 17 luglio 1947:


Cartolina viaggiata come stampe, tassata con tre esemplari del segnatasse 40 centesimi Luogotenenza e tre del 60 centesimi Luogotenenza – Bologna, 2 gennaio 1948:


Cartolina tassata a Biella con il segnatasse da 8 lire Ruota – Vercelli, 4 maggio 1948:


Lettera primo porto tassata a Sandrigo con un 10 lire Democratica arancio usato come segnatasse – Caldogno, 15 maggio 1948:


Stampe da Bologna per la città, spedite il 22 maggio 1948 e tassate con segnatasse 3 lire il 24 maggio 1948:


Lettera terzo porto raccomandata tassata a Bari con 5 segnatasse 10 lire ruota – Foggia, 1° luglio 1948:


Atti giudiziari in busta chiusa tassati a Monteforte d’Alpone con 10 esemplari del segnatasse 5 lire Ruota. Verona, 17 luglio 1948:


Lettera primo porto raccomandata aperta con datario muto in partenza e coppia del segnatasse da 20 lire ruota applicata a Forlì – Poggio Berni, 5 ottobre 1949:


Lettera primo porto raccomandata, tassata con valori della serie Democratica usati come segnatasse ad Altavilla Irpina (affrancatura in eccesso di una lira) – Potenza, 27 giugno 1950:
cei0515_6_come_tasse_frontecei0515_6_come-tasse_retro


Lettera primo porto raccomandata tassata per 80 lire con 8 segnatasse da 10 lire filigrana ruota – Parma, 5 maggio 1952:


Lettera primo porto tassata con striscia di cinque segnatasse da una lira + segnatasse da 20 lire – Palermo, 10 febbraio 1953:


Cartolina tassata con 4 esemplari del segnatasse 5 lire ruota – Reggio Emilia, 26 giugno 1955:


Lettera primo porto raccomandata tassata a Mestrino per 80 lire con 8 segnatasse da 10 lire filigrana ruota – Como, 7 ottobre 1955:


Lettera primo porto tassata con il segnatasse 25 lire Ruota – Caltanissetta, 9 novembre 1955:


Stampe tassate con 5 lire Siracusana stelle apposto a Toritto e usato come segnatasse – Bari, 25 ottobre 1956:


Stampe tassate per 5 lire con il segnatasse da 5 lire Ruota – Palermo, 15 febbraio 1957:


Lettera primo porto, tassate per 25 lire con segnatasse da 25 lire stelle – Udine, 6 aprile 1959:


Cartolina, tassate per 25 lire con segnatasse da 25 lire stelle – Napoli, 17 aprile 1962:


Lettera primo porto, tassate a Genova per 30 lire con segnatasse da 30 lire – La Spezia, 26 novembre 1962:


Lettera primo porto, tassata per 50 lire con cinque segnatasse da 10 lire filigrana stelle – Reggio Calabria, 23 novembre 1974:


Lettera primo porto, tassata per 170 lire a San Benedetto del Tronto con valore ordinario usato come segnatasse, più segnatasse da 50 lire- Ascoli Piceno, 29 ottobre 1977:


Lettera primo porto tassata per 170 lire a Rubano con blocco da sei del Segnatasse 25 lire e Segnatasse 20 lire, Marzabotto, 13 maggio 1980:


Lettera primo porto raccomandata tassata a Pollenza con quattro esemplari del segnatasse 900 lire + 3 esemplari del 100 lire e 50 lire – Macerata, 5 settembre 1990:


Atti giudiziari in lettera tra 20 e 100 grammi tassati a Prato Allo Stelvio con sei esemplari del segnatasse da 1500 lire più una quartina del 100 lire – Silandro, 1° giugno 1996: