Biglietti postali per l’interno ed aerogrammi per l’estero

In questa sottopagina della sezione oggetti postali sono raccolti i biglietti postali per l’interno e gli aerogrammi per l’estero viaggiati durante i vari periodi tariffari della Repubblica. I biglietti postali sono presentati come una sottovoce della pagina dedicata alla lettera, poiché in molti periodi la loro tariffa era equiparata alla lettera primo porto. Come la lettera, inoltre, anche i biglietti consistono in corrispondenza chiusa in cui è consentito riportare argomenti attuali e personali. Lo stesso vale per gli aerogrammi, che rappresentano un intero postale equiparabile alla lettera per l’estero via aerea.

Anche nella sezione Affrancature sono citati i biglietti postali e gli aerogrammi, nella sezione dedicata agli interi postali. In quel caso si raggruppano tutti i diversi biglietti postali e tutti gli aerogrammi emessi in periodo di Repubblica, indipendentemente dal periodo in cui sono stati utilizzati; qui invece si distinguono i vari periodi tariffari indipendentemente dal tipo di intero utilizzato.


Biglietti postali per l’interno

La somma aggiuntiva rispetto alla tariffa rappresenta il sovrapprezzo del supporto, abolito nel 1975: da quel momento il biglietto postale si è venduto a un prezzo pari al valore dell’impronta riportata.

– dalla proclamazione della Repubblica al 24 marzo 1947: 4 lire + 1;
– tra il 25 marzo 1947 ed il 31 luglio 1947: lire 6 + 1;
– tra il 1° agosto 1947 ed il 10 agosto 1948: lire 10 + 1;
tra l’11 agosto 1948 e il 9 aprile 1949: lire 15 + 2;
tra il 10 aprile 1949 ed il 31 luglio 1951: lire 20 + 2;
tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1954: lire 25 + 2;
tra il 1° ottobre 1954 ed il 30 giugno 1960: lire 25 + 5;
– – raccomandato entro 30.9.1957: lire 25 + 5 e complemento di 45 + 10*
– – raccomandato tra 1.10.1957 e 31.8.1959: lire 25 + 5 e complemento di 75 + 10*
– – raccomandato da 1.9.1959: lire 25 + 5 e complemento di 85
tra il 1° luglio 1960 ed il 31 luglio 1965: lire 30 + 5
– – raccomandato: lire 30 + 5 e complemento di 85 lire;
tra il 1° agosto 1965 ed il 15 agosto 1967: lire 40 + 5;
tra il 16 agosto 1967 ed il 24 marzo 1975: lire 50 + 5;
– tra il 25 marzo 1975 ed il 31 ottobre 1976: 100 lire
– – raccomandato entro 31.12.1975: 100 + 200 lire
– – raccomandato da 1.1.1976: 100 + 250 lire;
tra il 1° novembre 1976 ed il 31 dicembre 1980: 120 lire;
– tra il 1° gennaio 1981 ed il 30 settembre 1981: 150 lire;
– tra il 1° ottobre 1981 ed il 30 settembre 1982: 200 lire;
tra il 1° ottobre 1982 ed il 31 gennaio 1983: 250 lire;
tra il 1° febbraio 1983 ed il 31 maggio 1984: 300 lire;
tra il 1° giugno 1984 ed il 12 novembre 1985: 400 lire;
– tra il 13 novembre 1985 ed il 15 novembre 1986: 500 lire;
tra il 16 novembre 1986 ed il 31 dicembre 1989: 550 lire;
– tra il 1° gennaio 1990 ed il 15 gennaio 1992: 650 lire;
– tra il 16 gennaio 1992 ed il 4 maggio 1997: 700 lire;
– tra il 5 maggio 1997 ed il 31 dicembre 2001: 800 lire.

* 10 lire: diritto di ricevuta per corrispondenze registrate, tra 1.1.1950 e 31.8.1959


Aerogrammi per l’estero

– tra il 1° agosto 1970 ed il 24 marzo 1975: 110 lire
– tra il 25 marzo 1975 ed il 31 dicembre 1975: 150 lire
– tra il 1° gennaio 1976 ed il 30 settembre 1976: 180 lire
tra il 1° ottobre 1976 ed il 30 giugno 1978: 200 lire
tra il 1° luglio 1978 ed il 31 dicembre 1980: 220 lire
tra il 1° gennaio 1981 ed il 31 luglio 1981: 300 lire
– tra il 1° agosto 1981 ed il 9 febbraio 1982: 400 lire
tra il 10 febbraio 1982 ed il 31 dicembre 1982: 450 lire
– tra il 1° gennaio 1983 ed il 31 dicembre 1983: 500 lire
tra il 1° gennaio 1984 ed il 31 dicembre 1984: 550 lire
– tra il 1° gennaio 1985 ed il 31 dicembre 1985: 600 lire
– tra il 1° gennaio 1986 ed il 31 dicembre 1986: 650 lire
– tra il 1° gennaio 1987 ed il 29 febbraio 1988: 700 lire
– tra il 1° marzo 1988 ed il 31 dicembre 1989: 750 lire
– tra il 1° gennaio 1990 ed il 15 gennaio 1992: 800 lire
– tra il 16 gennaio 1992 ed il 4 maggio 1997: 850 lire
– tra il 5 maggio 1997 ed il 14 febbraio 2000: 900 lire.
A partire dal 15 febbraio 2000 sono introdotte le voci “corriere prioritario” e “corriere ordinario” e per le destinazioni estere si applica anche agli aerogrammi la tariffazione a zone.