5 lire Siracusana stelle

Il francobollo da 5 lire della serie Siracusana fu riemesso con filigrana stelle a partire dal 1955, sostituendo nell’uso il precedente tipo con la filigrana ruota alata:
– stelle I tipo il 1° marzo 1955,
– stelle II tipo il 16 febbraio 1956,
– stelle IV tipo oltre il 1961.

Tra l’11 agosto 1948 ed il 30 settembre 1957 la tariffa per affrancare le stampe per l’interno era di 5 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Milano il 3 novembre 1955 per Padova (annullo con targhetta). Stelle I tipo.

L’esemplare sotto riportato fu spedito da Roma il 16 gennaio 1957 per Trieste. Stelle II tipo.

L’esemplare sotto riportato, stesso oggetto e stessa tariffa del precedente, è un oggetto con tassa a carico del destinatario spedito da Bari il 25 ottobre 1956 per Toritto, dove giunse il giorno successivo. Il francobollo da 5 lire (stelle II, in questo caso) fu applicato a destinazione al posto di un segnatasse e fu timbrato con la lettera T.


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 giugno 1960 la tariffa per affrancare una lettera primo porto per l’interno era di 25 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Roma l’8 giugno 1957 per Trieste, dove giunse il giorno successivo.


Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la tariffa per affrancare una cartolina illustrata con testo inferiore a cinque parole di convenevoli era di 10 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Prato (annullo con targhetta) il 26 settembre 1957 per Crevalcore. Filigrana stelle II.

L’esemplare sotto riportato fu spedito da Bolzano (annullo con targhetta) il 29 settembre 1957 per Crevalcore. Filigrana stelle II.


Tra il 1° dicembre 1955 ed il 31 luglio 1965 la cedola di commissione libraria si affrancava con 5 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Milano il 16 giugno 1964 per la città. Filigrana stelle IV.


Tra il 1° dicembre 1955 ed il 27 maggio 1957 l’estratto conto delle amministrazioni dei giornali si affrancava con 5 lire. L’esemplare sotto riportato fu spedito da Parma il 6 dicembre 1956 per Massignano.


Tra il 1° agosto 1951 ed il 31 agosto 1959 la tariffa per affrancare una cartolina era 20 lire. Tra il 1° agosto 1951 ed il 30 settembre 1957 la soprattassa per la raccomandazione delle corrispondenze aperte ammontava a 25 lire mentre tra il 1° gennaio 1950 ed il 31 agosto 1959 le corrispondenze raccomandate erano gravate da un diritto di ricevuta pari a 10 lire: vi fu quindi un periodo in cui la cartolina raccomandata si affrancava con 55 lire. L’esemplare sotto riportato è una Cartolina Postale da 20 lire Siracusana (scritta lunga) e fu spedito da Barletta il 1° ottobre 1956 per la Bari; l’affrancatura del servizio accessorio fu assolta con sette esemplari del 5 lire Siracusana stelle II tipo. Si nota come la stampa della cartolina sia molto inchiostrata, quasi da far pensare ad una doppia stampa (visibile soprattutto al centro della scritta in alto, tra la fine di cartoliNA e l’inizio di POstale).


Nella sottopagina qui linkata è presente una serie di buste per stampe, tutte affrancate con il 5 lire Siracusana (alcuni filigrana Ruota, altri filigrana Stelle) e circolate in corso particolare con il giro completo delle targhette che sono state prodotte per il 6° Gran Premio Ciclomotoristico delle Nazioni che ha avuto luogo dal 27 aprile al 1° maggio 1955. La corsa è stata seguita da un Ufficio Postale Autoambulante che ha utilizzato in occasione di ogni tappa una targhetta diversa.

Nella sottopagina qui linkata sono presentate le cartoline ufficiali dedicate al decennale del  Centro Sportivo Italiano. Per l’evento fu in uso un bollo speciale ed una targhetta in uso presso un telebus.

La cartolina non viaggiata sotto riportata ebbe il francobollo annullato con il bollo speciale in uso a Padova presso la Fiera Campionaria e fu apposto anche il bollo “Fiera di Padova” conosciuto in uso anche durante altre edizioni negli anni ’50.

La busta non viaggiata sotto riportata ebbe il francobollo da 5 lire Siracusana (versione con filigrana stelle del II tipo) annullato a Marsiconuovo con il bollo speciale in uso in occasione della II Mostra Nazionale delle Collezioni tenutasi nel settembre 1958.