Compiuta giacenza

In questa sottopagina della pagina dedicata agli oggetti non recapitati sono raggruppati gli oggetti in giacenza presso l’ufficio postale che non sono stati ritirati entro i termini. Possono essere corrispondenze dirette in fermo posta o delle corrispondenze registrate per le quali sono stati fatti invano dei tentativi di consegna da parte del portalettere per restare poi all’ufficio postale a disposizione dei destinatari. Alcuni di questi oggetti sono dei cosiddetti RTS (Return To Sender), ovvero degli oggetti spediti a destinatari di fantasia in fermo posta con il preciso scopo di vederli ritornare con timbri ed etichette che testimoniano i transiti, l’arrivo a destinazione, il mancato ritiro e la rispedizione al mittente.


Torre dei Passeri, 20 settembre 1957: lettera primo porto raccomandata affrancata con l’80 lire Antonio Canova. Apposizione di etichetta mod. 24-B.


Venezia, 25 settembre 1957: lettera primo porto raccomandata affrancata con l’80 lire Antonio Canova. Apposizione di timbro lineare “AL MITTENTE PER COMPIUTA GIACENZA”.


Macerata, 14 marzo 1966: lettera primo porto raccomandata affrancata con coppia dell’85 lire Michelangiolesca.  Apposizione di timbri lineari “AL MITTENTE” e “COMPIUTA GIACENZA”.


Venezia, 24 marzo 1975: lettera per l’estero via aerea per gli Stati Uniti d’America affrancata con il 150 lire Anno Santo 1975 nel suo primo giorno d’uso. Apposizione di timbro lineare UNCLAIMED e di timbro “RETURN TO SENDER”. Nessuna indicazione in francese, lingua ufficiale UPU.


Venezia, 24 marzo 1975: lettera per l’estero raccomandata via aerea tra 5 e 10 grammi per il Giappone affrancata con la serie completa 40 lire + 50 lire + 90 lire + 150 lire + 180 lire dell’Anno Santo 1975 nel primo giorno d’uso. Apposizione di timbro con ideogrammi giapponesi e lineare “RETOUR” e “NON RECLAME”, barratura dell’etichetta PAR AVION (reso al mittente per posta ordinaria); sul retro timbro di Kyoto del 2 maggio 1975 (fine del periodo di giacenza).


Senigallia, 4 giugno 1983: cartolina raccomandata per l’estero via aerea per le Americhe affrancata con 670 lire Salsomaggiore Terme e complementi. Apposizione di timbro con formulario da compilare a crocette, più compilazione di altra tabella con data di arrivo, dell’ultimo avviso e della compiuta giacenza in Canada.


Palermo, 22 marzo 1986: lettera raccomandata tra 15 e 20 grammi per posta aerea per le Americhe affrancata con il 2000 lire Amilcare Ponchielli integrato con affrancatura meccanica di 1650 lire. Giunto a Montreal il 29 marzo 1986 (bollo sul retro), fu recapitato a Edmonton il 2 aprile (bollo sul retro) e si provò a farlo avere al destinatario tra il 4 ed il 18 aprile (date sul fronte), quando fu reso al mittente per compiuta giacenza. Si appose quindi il timbro da compilare a penna, e fu barrata la casella “Unclaimed”. L’oggetto fu quindi nuovamente datato a Edmonton il 15 aprile (bollo sul retro), a Toronto il 18 aprile (bollo sul retro) e ritornò a Palermo il 26 maggio (bollo sul retro).


Carcare, 27 novembre 1990: lettera primo porto per l’estero affrancata con l’800 lire Italia ’90 Spagna. Oggetto fermo in posta non ritirato, timbro in cartella “NOT CALLED FOR – RETURN TO SENDER”


Catania, 4 ottobre 1996: lettera primo porto per l’estero affrancata con l’850 lire Giochi Mondiali Militari. Oggetto in fermo posta non ritirato, apposizione di etichetta.